Corriere gratuito per ordini superiori a 25€

Sconto del 5% su tutto il catalogo

Novità ogni settimana

A chi appartiene la mia vita?
  • biblioteca-cult-visuali-macho-a-chi-appartiene-vita

A chi appartiene la mia vita?

Il suicidio nella modernità

28,00 26,60

A chi appartiene la mia vita? Il suicidio – scrive Walter Benjamin nei suoi Passages – è “la quintessenza della modernità“. In effetti, dopo che per secoli il tentativo di togliersi la vita è stato considerato un peccato o lʻespressione di una malattia psichica, e in alcuni paesi è stato addirittura sanzionato penalmente, nel XX secolo si è assistito a un profondo rivolgimento, che ha contribuito a far emergere una nuova cultura del morire.

COD: 9788855192651 Categoria:
000

A chi appartiene la mia vita? Il suicidio – scrive Walter Benjamin nei suoi Passages – è “la quintessenza della modernità“. In effetti, dopo che per secoli il tentativo di togliersi la vita è stato considerato un peccato o lʻespressione di una malattia psichica, e in alcuni paesi è stato addirittura sanzionato penalmente, nel XX secolo si è assistito a un profondo rivolgimento, che ha contribuito a far emergere una nuova cultura del morire. Chi si toglie la vita non vuole più solo cancellarla ma anche, in qualche modo, appropriarsene e darle un nuovo significato in virtù di un gesto che l’espressione utilizzata per il titolo tedesco del libro, Das Leben nehmen (“togliersi la vita”, ma anche “prendersi la vita”), con la sua ambiguità, trasmette immediatamente.
A chi appartiene la mia vita? è il vivo e profondo racconto della complessa storia del suicidio nella modernità. Ne esamina le radici culturali attraverso diari, film e opere dʻarte, per giungere a unʻinquie-tante diagnosi: viviamo in unʻepoca sempre più affascinata dal suicidio.

Thomas Macho (Vienna, 1952) è direttore del Centro di ricerca internazionale per le scienze della cultura (IFK) di Vienna. Dopo aver ottenuto nel 1984 la libera docenza in Filosofia con uno scritto sulle metafore della morte, tra il 1993 e il 2016 è stato titolare della cattedra di Storia della cultura all’Università Humboldt di Berlino. Nel 2019, per A chi appartiene la mia vita? è stato insignito del Premio Sigmund Freud, la maggiore onorificenza per la saggistica scientifica di lingua tedesca. È autore di numerosi scritti, tradotti in diverse lingue, tra cui alcuni pubblicati in italiano: Segni dall’oscurità (2013); La vita è ingiusta (2013); Il maiale (2019). 

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788855192651

Anno di pubblicazione

2021

N° pagine

548

Con un saggio di

Antonio Lucci

Traduzione di

Monica Fiorini

recensionedilibri.it, 11 febbraio 2021
“Macho, A chi appartiene la mia vita? Il suicidio nella modernità”
Leggi la recensione