Spedizioni gratuite in Italia con Paypal.
Sconto del 15% su tutto il catalogo.
Novità ogni settimana.
Il culto moderno dei fatticci
  • biblioteca-meltemi-latour-culto-moderno-fatticci

Il culto moderno dei fatticci

Antropologia e altri disturbi da viaggio

12,00

La parola “feticcio” e la parola “fatto” hanno la stessa etimologia ambigua. La parola “fatto” rinvia però alla realtà esterna, la parola “feticcio” alle credenze del soggetto. Incalzati dalla necessità di tenere distinto il soggetto dall’oggetto e dunque la conoscenza, che è consapevolezza di tale differenza, dalla credenza, che la ignora, i moderni, secondo Bruno Latour, hanno tentato d’istituire un vero e proprio processo al feticcio.

COD: 9788883537264 Categoria:
000

La parola “feticcio” e la parola “fatto” hanno la stessa etimologia ambigua. La parola “fatto” rinvia però alla realtà esterna, la parola “feticcio” alle credenze del soggetto. Incalzati dalla necessità di tenere distinto il soggetto dall’oggetto e dunque la conoscenza, che è consapevolezza di tale differenza, dalla credenza, che la ignora, i moderni, secondo Bruno Latour, hanno tentato d’istituire un vero e proprio processo al feticcio. Ma ora è arrivato il momento di smetterla di distinguere i feticci dai fatti, la conoscenza dalla credenza, il soggetto dall’oggetto, unendo le due fonti etimologiche nel “fatticcio”, cioè la robusta certezza che permette alla pratica di passare all’azione senza mai credere alla differenza tra immanenza e trascendenza. Ecco allora che il fatticcio può definirsi come “la saggezza del passare, come ciò che permette il transito dalla fabbricazione alla realtà; come ciò che dona l’autonomia che non possediamo”. D’altra parte, scrive Latour, senza i fatticci gli uomini “sarebbero delle macchine, delle cose, degli animali feroci, dei morti”.

Bruno Latour, filosofo e antropologo, si occupa in particolare di sociologia della scienza. Insegna da oltre vent’anni al Centre de sociologie de l’Innovation dell’École nationale supérieure des mines di Parigi. Tra i suoi libri tradotti in italiano ricordiamo La scienza in azione. Introduzione alla sociologia della scienza (1998); Politiche della natura. Per una democrazia delle scienze (2000); Cogitamus. Sei lettere sull’umanesimo scientifico (2013); Non siamo mai stati moderni. Saggio di antropologia simmetrica (2015).

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788883537264

Anno di pubblicazione

2017

N° pagine

126