Corriere gratuito per ordini superiori a 25€

Sconto del 5% su tutto il catalogo

Novità ogni settimana

La Resistenza continua
  • pensiero-atlantico-russo-resistenza-continua

La Resistenza continua

Il colonialismo portoghese, le lotte di liberazione e gli intellettuali italiani

16,00 15,20

“La Resistenza continua nelle lotte dei popoli soggetti al colonialismo, all’imperialismo, per la loro effettiva indipendenza”, così scriveva Giovanni Pirelli. E questa ricerca muove proprio dalla sovrapposizione tra l’esperienza della Resistenza al nazifascismo e le lotte di liberazione del Terzo Mondo, condivisa da buona parte dell’anticolonialismo italiano degli anni Sessanta e Settanta.

COD: 9788855191579 Categoria:
000

“La Resistenza continua nelle lotte dei popoli soggetti al colonialismo, all’imperialismo, per la loro effettiva indipendenza”, così scriveva Giovanni Pirelli. E questa ricerca muove proprio dalla sovrapposizione tra l’esperienza della Resistenza al nazifascismo e le lotte di liberazione del Terzo Mondo, condivisa da buona parte dell’anticolonialismo italiano degli anni Sessanta e Settanta. Questo è un libro che avrebbe voluto discutere l’euforia della solidarietà e della conoscenza di una costellazione di intellettuali italiani per un Terzo Mondo in lotta: ne avrebbe raccontato i successi, la spinta ideale e ideologica, i limiti (conoscitivi e di mezzi), la sua consunzione nel giro di una generazione. Avremmo però finito per raccontare solo il riflesso di un oggetto che è centrale nella nostra ricerca: le lotte di liberazione africane dal colonialismo portoghese. In una specie di contrappunto, riscattiamo aspetti marginali o dimenticati della storia della cultura portoghese, della storia dei paesi africani indipendenti (Angola, Guinea Bissau e Mozambico) e della cultura dei popoli – come l’italiano – solidali con i colonizzati. Del resto, l’ultima resistenza anticoloniale (africana) all’ultimo impero coloniale (Portogallo) del Ventesimo secolo viene analizzata non dualisticamente, ma all’interno di uno schema più ampio (la solidarietà internazionalista) e da un suo privilegiato laboratorio, l’Italia.

Vincenzo Russo è professore associato di Letteratura portoghese e brasiliana presso l’Università degli Studi di Milano, dove dirige la cattedra dell’Istituto Camões António Lobo Antunes. Oltre a numerosi saggi e articoli pubblicati in rivista o come capitoli di libri, tra le sue pubblicazioni: la curatela di Tenebre bianche (con Luca Acquarelli, Matteo Baraldi e Maria Chiara Gnocchi, 2008); Suspeita do Avesso (2008); Tabucchi o del Novecento (2013); La letteratura portoghese (con Roberto Vecchi, 2017). Ha curato le edizioni italiane di vari autori portoghesi, brasiliani e africani di espressione portoghese tra cui Lima Barreto, Pessoa, Lourenço, Eça de Queirós, Rosa, Bocage, Pepetela. Da luglio 2014 è segretario generale e tesoriere dell’Associação Internacional de Lusitanistas (AIL). Ha collaborato con le pagine culturali di “Alias – Il Manifesto” e “L’indice dei libri del mese”.

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788855191579

Anno di pubblicazione

2020

N° pagine

190

Marie Claire De Mattia – Altre modernità, maggio 2020
“Vincenzo Russo, La resistenza continua”
Leggi la recensione

Goffredo Adinolfi – Il Manifesto, 13 maggio 2020
“Le lotte di liberazione dal Portogallo di Salazar”
Leggi la recensione