Spedizioni gratuite in Italia con Paypal.

Sconto del 15% su tutto il catalogo.

Novità ogni settimana.

L’inganno di Mesmer e la commissione Franklin-Lavoisier
  • filosofia-scienza-dintorni-ossicini-inganno-mesmer

L’inganno di Mesmer e la commissione Franklin-Lavoisier

Come la scienza ha imparato ad affrontare le controversie pubbliche

20,00 17,00

Nel 1784 re Luigi XVI di Francia istituisce una commissione di inchiesta per indagare sulle teorie e sull’operato di Franz Mesmer, medico e scienziato tedesco, che a Parigi ha un successo eclatante: le sue sedute terapeutiche diventano un vero e proprio fenomeno di massa. Secondo Mesmer un fluido fisico, detto magnetismo animale, riempie l’universo. Le malattie nascono dalla mancanza di tale fluido nel corpo umano, ma con l’aiuto di diverse tecniche, come per esempio l’uso di sbarre, acqua e alberi “magnetizzati”, questo fluido può essere convogliato nei pazienti provocando “crisi” salutari.

COD: 9788855190763 Categoria:
000

Nel 1784 re Luigi XVI di Francia istituisce una commissione di inchiesta per indagare sulle teorie e sull’operato di Franz Mesmer, medico e scienziato tedesco, che a Parigi ha un successo eclatante: le sue sedute terapeutiche diventano un vero e proprio fenomeno di massa. Secondo Mesmer un fluido fisico, detto magnetismo animale, riempie l’universo. Le malattie nascono dalla mancanza di tale fluido nel corpo umano, ma con l’aiuto di diverse tecniche, come per esempio l’uso di sbarre, acqua e alberi “magnetizzati”, questo fluido può essere convogliato nei pazienti provocando “crisi” salutari. Fra i membri della commissione due scienziati, accademici di Francia: Antoine Lavoisier, fondatore della chimica moderna, e Benjamin Franklin, inventore del parafulmine, che metteranno in atto diversi sagaci esperimenti per studiare il fenomeno del mesmerismo. La commissione conclude che tutti gli effetti delle pratiche mesmeriche sono dovuti al potere dell’immaginazione, che il fluido magnetico semplicemente non esiste e, nel far questo, costruisce una metodologia d’indagine su questo tipo di fenomeni ancora oggi utile per non rivivere simili errori.

Stefano Ossicini è ordinario di Fisica sperimentale presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Ha pubblicato oltre duecento articoli di fisica e nanoscienze. È coautore dei libri Light Emitting Silicon for Microphotonics e What is What in the Nanoworld. Da tempo si occupa del rapporto fra scienza e società. È autore del libro L’universo è fatto di storie non solo di atomi (2012) e di diverse commedie su tematiche legate al mondo della ricerca, fra cui Non ho nulla da rimproverarmi (2013), sulla figura di Marie Curie, e L’aureola della gloria (2015).

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788855190763

Anno di pubblicazione

2019

N° pagine

314