Spedizioni gratuite in Italia con Paypal.

Sconto del 15% su tutto il catalogo.

Novità ogni settimana.

Lo spazio ibrido
  • linee-casalini-spazio-ibrido

Lo spazio ibrido

Culture, frontiere, società in transizione

18,00 15,30

Fernand Braudel scriveva che il Mediterraneo è “mille cose insieme. Non un paesaggio, ma innumerevoli paesaggi. Non un mare, ma un susseguirsi di mari. Non una civiltà, ma una serie di civiltà accatastate le une sulle altre”. Il Mediterraneo è lo spazio della differenza in cui le storie, i mutamenti politici e sociali si gonfiano come vele al vento, suscitando continuamente urti e aggiustamenti, negoziazioni e rotture.

Con interviste a Claudio Magris, Hamadi Redissi e Franco Rella

COD: 9788883539916 Categoria:
000

Fernand Braudel scriveva che il Mediterraneo è “mille cose insieme. Non un paesaggio, ma innumerevoli paesaggi. Non un mare, ma un susseguirsi di mari. Non una civiltà, ma una serie di civiltà accatastate le une sulle altre”. Il Mediterraneo è lo spazio della differenza in cui le storie, i mutamenti politici e sociali si gonfiano come vele al vento, suscitando continuamente urti e aggiustamenti, negoziazioni e rotture. Dalla transizione democratica radicale della Tunisia alla casbah di Mazara del Vallo, dalla frontiera mutevole del Brennero al caos-mondo dei carruggi genovesi, passando per il cimitero di Mentone – luogo dell’eterotopia foucaultiana – che riaffaccia alla storia l’esperienza dei tirailleurs sénégalais, Casalini esplora questi spazi in un testo che combina saggistica, reportage e letteratura, seguendo la scia luminosa delle teorie postcoloniali.

Simone Casalini, giornalista professionista, è caporedattore del “Corriere del Trentino” e docente a contratto all’Università di Trento. È autore del libro Intervista al Novecento (2010).

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788883539916

Anno di pubblicazione

2019

N° pagine

210

Marika Damaggio – Corriere del Trentino, 14 maggio 2019
“Spazio e tempo ibrido”
Leggi la recensione