Spedizioni gratuite in Italia con Paypal.
Sconto del 15% su tutto il catalogo.
Novità ogni settimana.
L’onda anonima
  • cristante-onda-anonima

L’onda anonima

Scritti sull’opinione pubblica di Tocqueville, Lippmann, Toennies, Allport, Lazarsfeld, Habermas, Luhmann, Bourdieu, Noelle-Neumann, Landowski

20,00 17,00

Clima di opinione, sondaggi di opinione, leader di opinione, opinion-makers: nell’impetuoso flusso multimediale globale degli ultimi decenni il concetto e il ruolo dell’“opinione pubblica” si sono insinuati in modo sempre più capillare e pervasivo nel nostro vivere quotidiano. Dai grandi classici alle teorie più attuali, questa antologia dà voce a quanti hanno riflettuto in termini analitici sull’argomento: da Alexis de Tocqueville a Walter Lippmann, da Ferdinand Toennies a Floyd H. Allport, da Paul F. Lazarsfeld a Jürgen Habermas, da Niklas Luhmann a Pierre Bourdieu, da Elizabeth Noelle-Neumann a Eric Landowski, le scienze sociali hanno sempre indagato la complessità di questo misterioso oggetto di studio, testimoniandone l’onnipresenza nella storia, anche al di fuori del periodo della modernità.

COD: 9788883537400 Categoria:
000

Clima di opinione, sondaggi di opinione, leader di opinione, opinion-makers: nell’impetuoso flusso multimediale globale degli ultimi decenni il concetto e il ruolo dell’“opinione pubblica” si sono insinuati in modo sempre più capillare e pervasivo nel nostro vivere quotidiano. Dai grandi classici alle teorie più attuali, questa antologia dà voce a quanti hanno riflettuto in termini analitici sull’argomento: da Alexis de Tocqueville a Walter Lippmann, da Ferdinand Toennies a Floyd H. Allport, da Paul F. Lazarsfeld a Jürgen Habermas, da Niklas Luhmann a Pierre Bourdieu, da Elizabeth Noelle-Neumann a Eric Landowski, le scienze sociali hanno sempre indagato la complessità di questo misterioso oggetto di studio, testimoniandone l’onnipresenza nella storia, anche al di fuori del periodo della modernità.
Immersi nei climi di opinione simulati attraverso la diffusione e la penetrazione mentale dei sondaggi, non possiamo non fare i conti con questa fondamentale categoria del sociale. E conoscere il pensiero di quei teorici che l’hanno analizzata, con approcci anche molto diversi, non può che renderci più consapevoli del suo significato e della sua funzione, per una corretta interpretazione di un bene strategico nella società dell’informazione globale e della crisi della partecipazione collettiva.

Stefano Cristante insegna Sociologia delle comunicazioni di massa all’Università degli Studi di Lecce e all’Università di Roma “La Sapienza”. Si occupa di comunicazione politica e di produzioni culturali, in particolare giovanili. Ha scritto, tra gli altri, Matusalemme e Peter Pan (1995), Potere e comunicazione (1999) e Azzardo e conflitto (2001). Ha curato La rivolta dello stile (1983), Media e potere (2000), Enciclopedia momentanea (2002), Violenza mediata (2003), e l’edizione italiana di La spirale del silenzio, di Elizabeth Noelle-Neumann (2002). Dirige con Alberto Abruzzese l’Osservatorio di Comunicazione politica della Università di Roma “La Sapienza” (Ocp).

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788883537400

Anno di pubblicazione

2017

N° pagine

288

A cura di

Stefano Cristante