Corriere gratuito per ordini superiori a 25€

Sconto del 5% su tutto il catalogo

Novità ogni settimana

L’ultimo Simmel
Vedi il carrello “Soldi e pallone” è stato aggiunto al tuo carrello.
  • motus-d-andrea-federici-ultimo-simmel-meltemi

L’ultimo Simmel

Esiti e aperture di un percorso intellettuale

22,00 20,90

Attraverso la pubblicazione di questa collettanea si vogliono offrire al dibattito sociologico e filosofico contemporaneo letture, riflessioni e prospettive di ricerca sui temi e le domande ultime di Georg Simmel, nella convinzione che sia tempo di cambiare passo.

COD: 9788855191654 Categoria:
000

Attraverso la pubblicazione di questa collettanea si vogliono offrire al dibattito sociologico e filosofico contemporaneo letture, riflessioni e prospettive di ricerca sui temi e le domande ultime di Georg Simmel, nella convinzione che sia tempo di cambiare passo. Occorre lasciare da parte la tentazione di restituire ciò che si presume abbia detto Simmel e provare invece a fare come lui ha fatto: praticare una libertà di ricerca che trova la sua norma nelle caratteristiche dell’oggetto ricercato e non nelle convenzioni dell’accademia o dei ministeri; cercare i segni di ciò che viene e non di ciò che è; esplorare e concorrere a definire i temi dei prossimi anni e non celebrare l’esistente, che non ne ha alcun titolo o bisogno; estendere e mettere a frutto il suo lavoro, andando a vedere cosa ha lasciato in sospeso e rubandogli ancora qualche intuizione, ma solo in omaggio alla sua indubbia, irripetibile sensibilità.

Fabio D’Andrea insegna Sociologia all’Università degli Studi di Perugia. È autore di numerosi scritti dedicati a una lettura “attuale” del pensiero di Simmel, alla socioantropologia francese e alla soggettività postmoderna. Attualmente lavora all’elaborazione di un modello complesso di conoscenza che ne recuperi le componenti simbolico-immaginali ed emotive e si occupa delle fondamenta non razionali del sociale. È fondatore della sezione Immaginario dell’Associazione Italiana di Sociologia e membro del suo direttivo nazionale.

Maria Caterina Federici insegna Sociologia generale e Sociologia della sicurezza all’Università degli Studi di Perugia, dove dirige il CRISU (Centro di ricerca sulla sicurezza umana). È stata nelle sedi di Roma La Sapienza, Parma, Aix-en-Provence. Ha curato, tra l’altro: La sicurezza umana: un paradigma sociologico (2013), Sociologia della sicurezza (2017, con Angelo Romeo), L’immaginazione sentimentale. Residui del Trattato di sociologia di Vilfredo Pareto (2016) e Rileggere Ortega y Gasset in una prospettiva sociologica (Meltemi, 2018, con Luciano Pellicani).

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788855191654

Anno di pubblicazione

2020

N° pagine

328

A cura di

Fabio D’Andrea, Maria Caterina Federici