Spedizioni postali gratuite in Italia con Paypal.

Sconto del 5% su tutto il catalogo.

Novità ogni settimana.

Nazione e narrazione
Vedi il carrello “La via dell’anima” è stato aggiunto al tuo carrello.
  • linee-bhabha-nazione-narrazione

Nazione e narrazione

28,00 26,60

“Quando diventiamo un popolo? Quando smettiamo di esserlo? E quanto incidono queste enormi questioni sui nostri rapporti con ogni altro e con tutti gli altri?”

COD: 9788855191548 Categoria:
000

“Quando diventiamo un popolo? Quando smettiamo di esserlo? E quanto incidono queste enormi questioni sui nostri rapporti con ogni altro e con tutti gli altri?”. A partire da tali domande si articolano i saggi raccolti in Nazione e narrazione, divenuto ormai un classico degli studi postcoloniali. Homi K. Bhabha riunisce i principali studiosi che si sono interrogati sulla rappresentazione culturale dell’ambivalenza della società moderna, cercando di definire come l’immagine ambigua della nazione tragga origine dalla sua storia in continua transizione, dal suo oscillare tra differenti vocabolari. Da Joseph-Ernest Renan a Gillian Beer, gli autori qui presentati percorrono la tradizione del pensiero politico e il linguaggio letterario dai quali ha origine l’idea storica di nazione in Occidente.

Con scritti di John Barrell, Gillian Beer, Geoffrey Bennington, Homi K. Bhabha, Rachel Bowlby, Timothy Brennan, Simon During, Sneja Gunew, Francis Mulhern, Joseph-Ernest Renan, Bruce Robbins, David Simpson, James A. Snead, Doris Sommer, Martin Thom.

Introduzione all’edizione italiana di Mariella Pandolfi.

Homi K. Bhabha, docente all’Università di Harvard, è tra i principali teorici del postcolonialismo. Per Meltemi ha pubblicato I luoghi della cultura (2001).

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788855191548

Anno di pubblicazione

1997, 2020

N° pagine

252

A cura di

Homi K. Bhabha

Introduzione di

Mariella Pandolfi

Traduzione di

Antonio Perri

Melissa Pignatelli – La Rivista Culturale, 2 aprile 2020
“Nazione o narrazione? Per un popolo in cerca di identità”
Leggi l’estratto