Spedizioni gratuite in Italia con Paypal.

Sconto del 15% su tutto il catalogo.

Novità ogni settimana.

Trauma
  • biblioteca-alexander-trauma

Trauma

La rappresentazione sociale del dolore

20,00 17,00

In questo libro Jeffrey C. Alexander sviluppa un’originale teoria sociale del trauma, utile a comprendere i processi culturali e simbolici che generano il dolore collettivo e i conflitti attorno alla sua interpretazione.

COD: 9788883538230 Categoria:
000

In questo libro Jeffrey C. Alexander sviluppa un’originale teoria sociale del trauma, utile a comprendere i processi culturali e simbolici che generano il dolore collettivo e i conflitti attorno alla sua interpretazione.
Gli eventi, anche i più nefasti, non sono traumatici in sé: lo diventano attraverso sofisticati processi di interpretazione e rappresentazione collettiva che – a partire dalle vittime e, nei casi più riusciti, fino all’intera umanità – costruiscono culturalmente i traumi. Attraverso l’analisi di casi emblematici come quello dell’Olocausto e casi meno noti come le battaglie per la spartizione di India e Pakistan o il massacro di Nanchino, Alexander mette in evidenza come ogni trauma sia costantemente mediato dalla capacità persuasiva degli attori e dalle strutture di potere in cui gli eventi accadono.

Jeffrey C. Alexander è uno dei principali teorici sociali contemporanei. È fondatore e co-direttore del Center for Cultural Sociology dell’Università di Yale. Autore di numerose pubblicazioni, tra le più recenti ricordiamo: The Drama of Social Life (2017), The Dark Side of Modernity (2013) e Performance and Power (2011).

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788883538230

Anno di pubblicazione

2018

N° pagine

332

A cura di

Lorenzo Migliorati, Luca Mori

Lisa Ginzburg – Avvenire, 13 ottobre 2018
“Shoah, l’elaborazione collettiva del trauma da parte delle vittime”
Leggi la recensione