Spedizioni gratuite in Italia con Paypal.

Sconto del 15% su tutto il catalogo.

Novità ogni settimana.

Vite interconnesse
  • motus-drusian-magaudda-scarcelli-vite-interconnesse-copia

Vite interconnesse

Pratiche digitali attraverso app, smartphone e piattaforme online

18,00 15,30

A casa, a scuola, al lavoro, sui mezzi di trasporto: ovunque vediamo giovani con uno smartphone in mano. Ma come lo usano? In che modo lo smartphone trasforma le relazioni interpersonali? Quali significati e pregiudizi guidano i giovani nell’uso di questa tecnologia? E in generale: qual è il ruolo di questo strumento nella loro vita quotidiana?

COD: 9788883538988 Categoria:
000

A casa, a scuola, al lavoro, sui mezzi di trasporto: ovunque vediamo giovani con uno smartphone in mano. Ma come lo usano? In che modo lo smartphone trasforma le relazioni interpersonali? Quali significati e pregiudizi guidano i giovani nell’uso di questa tecnologia? E in generale: qual è il ruolo di questo strumento nella loro vita quotidiana? Il libro offre un’agile risposta a queste domande attraverso l’analisi di interviste a giovani tra i 18 e i 30 anni. Sulla base dei dati raccolti e della più recente documentazione bibliografica, la ricerca indaga le implicazioni dell’utilizzo di piattaforme e mobile app in relazione a differenti ambiti dell’esperienza dei giovani italiani, e in particolare rispetto ai processi di costruzione dell’identità, dell’articolazione delle relazioni sociali e delle pratiche di consumo e di acquisto. Musica, foto, social network, ma anche la durata della batteria e le riflessioni sulla presenza costante del telefono cellulare nella vita quotidiana sono temi in continuo mutamento di cui questo libro rappresenta un’inedita riflessione.

Michela Drusian è docente stabile allo IUSVE di Mestre, dove tiene corsi di Sociologia e Sociologia dei consumi. Insegna anche all’Università di Padova, dove ha ottenuto il dottorato di ricerca in Sociologia. Svolge attività di ricerca sul tema della relazione tra giovani e nuovi media. Recentemente ha pubblicato con altri autori la seconda edizione del manuale Sociologia dei new media (2018).

Paolo Magaudda è ricercatore in Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso il Dipartimento FISPPA dell’Università di Padova, membro dell’unità di ricerca Pa- STIS e docente allo IUSVE di Venezia. I suoi interessi di ricerca riguardano le implicazioni sociali e culturali delle tecnologie, con particolare riferimento ai media, ai processi di consumo e ai fenomeni musicali. È direttore della rivista “Studi Culturali” e coordinatore di “Tecnoscienza: Italian Journal of Science & Technology Studies”. Tra i suoi libri, Oggetti da ascoltare (2012), Innovazione Pop (2012), Storia dei media digitali (con G. Balbi, 2014) e A History of Digital Media. An Intermedia and Global Perspective (con G. Balbi, 2018).

Cosimo Marco Scarcelli è professore aggiunto e coordinatore del corso di laurea magistrale del dipartimento di comunicazione allo IUSVE e docente di Sociologia dei Media presso l’Università di Padova. È il chair della sezione Gender&Communication di ECREA (European Communication Research and Education Association). Si occupa della relazione tra giovani e media digitali con particolare attenzione alla costruzione sociale dell’intimità, del genere e della sessualità e alla media education. Tra i volumi che ha scritto ricordiamo Sociologia dei new media (con R. Stella, C. Riva, M. Drusian, 2018) e Intimità digitali (2015).

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788883538988

Anno di pubblicazione

2019

N° pagine

176

Armando Adolgiso – Nybramedia, 20 settembre 2019
“Vite interconnesse”
Leggi l’intervista

Gioacchino Toni – carmillaonline.com, 13 settembre 2019
“Vite interconnesse. Relazioni sociali e identità nell’età della mediatizzazione profonda”
Leggi la recensione