Corriere gratuito per ordini superiori a 25€

Sconto del 5% su tutto il catalogo

Novità ogni settimana

Dress Coding
  • COVER-ccube-barile-dress-code

Dress Coding

Moda e stili dalla strada al Metaverso

16,00 15,20

La storia ufficiale della moda prende piede dalla seconda metà del diciannovesimo secolo, mentre quella dello street style si afferma nella seconda metà degli anni Cinquanta. Da quando il sistema-moda ha interpolato la curva evolutiva degli street styles, la logica onnivora del lusso ha assorbito molteplici contenuti provenienti dalle subculture giovanili, tra cui la provocazione politica, la trasgressione sessuale, lo spontaneismo e il pauperismo.

COD: 9788855195102 Categoria:
000

La storia ufficiale della moda prende piede dalla seconda metà del diciannovesimo secolo, mentre quella dello street style si afferma nella seconda metà degli anni Cinquanta. Da quando il sistema-moda ha interpolato la curva evolutiva degli street styles, la logica onnivora del lusso ha assorbito molteplici contenuti provenienti dalle subculture giovanili, tra cui la provocazione politica, la trasgressione sessuale, lo spontaneismo e il pauperismo.
Dress coding indaga la complessa interdipendenza tra questi due livelli nel corso del Novecento, fino alla recente sussunzione della logica degli street styles da parte della moda ufficiale grazie soprattutto alla trasformazione dell’ambiente tecno-comunicativo e alla creazione di un nuovo regime consumer-centrico.

Nello Barile insegna Sociology of Media e Sociologia della moda presso l’Università IULM di Milano. È autore di monografie, articoli e contributi nazionali e internazionali sui media digitali, sul consumo e sulla comunicazione politica. Tra questi ricordiamo: Brand Renzi (2014); Il marchio della paura (2016); Politica a bassa fedeltà (2019).

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788855195102

Anno di pubblicazione

2022

N° pagine

180

Vera Agosti – Libero, 21 luglio 2022
“L’abito fa il monaco virtuale”
Leggi la recensione

Gioacchino Toni – Carmillaonline, 23 giugno 2022
“Estetiche inquiete. Produci(ti), consuma(ti), crepa tra social media e nuove tecnologie”
Leggi la recensione

Gioacchino Toni – Carmillaonline, 5 giugno 2022
“Estetiche inquiete. Quando lo street style diventa mainstream”
Leggi la recensione