Corriere gratuito per ordini superiori a 25€

Sconto del 5% su tutto il catalogo

Novità ogni settimana

I confini contano
  • cover-linee-furedi-i-confini-contano

I confini contano

Perché l’umanità deve riscoprire l’arte di tracciare frontiere

18,00 17,10

Nel dibattito pubblico è sempre più ricorrente l’appello ad “abbattere le frontiere” e brulicano i commentatori che, in epoca di globalizzazione e migrazioni di massa, ritengono i confini irrilevanti, discriminatori o reazionari. Non si tratta solo dei cosiddetti no borders, e non sono solo le frontiere tra gli Stati a essere sotto attacco, ma il concetto stesso di confine.

COD: 9788855193726 Categoria:
000

Nel dibattito pubblico è sempre più ricorrente l’appello ad “abbattere le frontiere” e brulicano i commentatori che, in epoca di globalizzazione e migrazioni di massa, ritengono i confini irrilevanti, discriminatori o reazionari. Non si tratta solo dei cosiddetti no borders, e non sono solo le frontiere tra gli Stati a essere sotto attacco, ma il concetto stesso di confine. Nelle società occidentali, infatti, anche le tradizionali linee di demarcazione tra pubblico e privato, uomini e donne, adulti e bambini, esseri umani e animali, cittadini e non cittadini sono spesso condannate come arbitrarie, innaturali e ingiuste. E ciò mentre imperversa la politica dell’identità, che paradossalmente non fa che tracciare nuovi confini simbolici.
Frank Furedi mette in guardia da una società culturalmente alla deriva, che fatica a produrre senso e significato e che, a livello individuale e collettivo, tende a svalutare la facoltà di esprimere giudizi. Anche per questo è fondamentale che l’umanità riscopra l’arte di tracciare confini. 

Frank Furedi (1947) è Professore emerito di Sociologia all’Università del Kent. I suoi studi si sono concentrati sulla sociologia della conoscenza e dell’educazione, sul ruolo della paura e dell’incertezza, nonché sulle guerre culturali nelle società occidentali. È autore di venti libri, tra i quali ricordiamo le traduzioni in italiano: Il nuovo conformismo (2005), Che fine hanno fatto gli intellettuali? (2007) e Fatica sprecata (2012). 

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788855193726

Anno di pubblicazione

2021

N° pagine

316

Prefazione di

Andrea Zhok

Traduzione di

Paolo Ortelli

Vittorio Castelnuovo, Ilaria Gaspari – Play Books (Rai Play)
“L’altro”
Guarda la puntata

Leonardo Servadio – Luoghi dell’Infinito (Avvenire), 6 luglio 2021
“Cittadini della terra”
Leggi la recensione

La Gazzetta del Mezzogiorno – 30 giugno 2021
“I confini a volte possono anche dare un senso”
Leggi la recensione

Tommaso Giartosio – Fahrenheit – RaiRadio 3
“Frank Furedi, I confini contano, Meltemi”
Ascolta la puntata

Diva e Donna – 26 maggio 2021
“Divi che leggono”
Leggi la recensione

Dario Campione – Corriere del Ticino, 10 maggio 2021
“Se il dominio della paura fa rinascere i confini”
Leggi la recensione

Il Quotidiano del Sud, 5 maggio 2021
“Ricostruire oggi identità e confini”
Leggi la recensione

Alberto Mingardi – La Lettura (Corriere della Sera), 25 aprile 2021
“Stiamo soffocando nei più giovani il gusto del rischio”
Leggi la recensione

Corrado Ocone – huffingtonpost.it, 21 aprile 2021
“I confini non sono sempre un male, nemmeno quelli mentali”
Leggi la recensione

Francesco Borgonovo – La Verità, 17 aprile 2021
“Abolire i confini ci renderà tutti prigionieri”
Leggi la recensione