Corriere gratuito per ordini superiori a 25€

Sconto del 5% su tutto il catalogo

Novità ogni settimana

L’agitatrice rossa
  • COVER-geoarchivi-lacis-agitatrice-rossa-1

L’agitatrice rossa

Teatro, femminismo, arte e rivoluzione

24,00 22,80

“Questa strada si chiama/via asja lācis/dal nome di colei che/da ingegnere/l’ha aperta dentro l’autore.” Con queste parole Walter Benjamin apriva Strada a senso unico. Ma quale strada aveva aperto Lācis in Benjamin? Per comprenderlo a fondo, L’agitatrice rossa presenta un’ampia raccolta di scritti della regista teatrale e militante lettone, alcuni dei quali mai editi in Italia.

COD: 9788855194433 Categoria:
000

 “Questa strada si chiama/via asja lācis/dal nome di colei che/da ingegnere/l’ha aperta dentro l’autore.” Con queste parole Walter Benjamin apriva Strada a senso unico. Ma quale strada aveva aperto Lācis in Benjamin? Per comprenderlo a fondo, L’agitatrice rossa presenta un’ampia raccolta di scritti della regista teatrale e militante lettone, alcuni dei quali mai editi in Italia. La prima parte del volume raccoglie testi di carattere biografico che, attraverso un appassionante itinerario artistico-politico, ci portano dalla Lettonia alla Russia sovietica, dagli ozi di Capri alla tumultuosa realtà della Germania weimariana, rendendo tangibili gli incontri che lo scandiscono e orientano. La seconda e la terza parte, invece, sono dedicate alla produzione teorica di Lācis: ai suoi primi scritti programmatici sul teatro politico a Riga e sulle tendenze del teatro sovietico, nonché sul cinema per l’infanzia e sulla situazione del teatro francese si aggiungono gli appunti sui viaggi in Italia e alcuni saggi come Napoli, scritto a quattro mani con l’amico Benjamin. Un’accurata selezione dal suo libro del 1935 sul teatro proletario e agit-prop tedesco, Teatro rivoluzionario in Germania, conclude il volume, fornendo uno sguardo e un approfondimento teorico di rara ampiezza sulle Avanguardie europee del Ventesimo secolo e sulla comune volontà di cambiare il mondo a partire dal basso.

ASJA LĀCIS (1891-1979) è stata una figura radicale e pionieristica dell’Avanguardia novecentesca tra Germania, Russia e Lettonia. Regista teatrale, attrice e drammaturga, teorica del teatro e della rivoluzio- ne, militante e femminista ante lit- teram, Lācis ha influenzato con le sue idee alcuni dei più importanti intellettuali del Novecento: amica di Walter Benjamin, assistente alla regia di Bertolt Brecht ed Erwin Piscator, compagna e poi moglie di Bernhard Reich. All’indomani della Rivoluzione russa, ha vissuto l’Ottobre teatrale di Vsevolod Mejerchol’d e Vladimir Majakovskij e ha creato a Orel un pro- getto di educazione alternativa con orfani di guerra e ragazzi di strada, nonché un laboratorio per i lavoratori di Riga. Le tappe della sua esisten- za possono essere identificate con quelle del teatro proletario, tanto da rifletterne le implicazioni estetiche quanto quelle politico-sociali.

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788855194433

Anno di pubblicazione

2021

N° pagine

246

A cura di

Andris Brinkmanis

Diva e Donna, 19 Ottobre 2021
“Divi che leggono”
Leggi la recensione

Massimo Zamboni – La Lettura (Corriere della sera), 19 Settembre 2021
“Asia Lacis”
Leggi la recensione