Corriere gratuito per ordini superiori a 25€

Sconto del 5% su tutto il catalogo

Novità ogni settimana

Post scriptum comunista
Vedi il carrello “Le origini dell’hitlerismo” è stato aggiunto al tuo carrello.
  • COVER-melusine-groys-post-scriptum-comunista

Post scriptum comunista

12,00 11,40

Tentare una definizione filosofica di comunismo, o almeno aggiornarla. Basterebbe questo a decretare l’importanza del libro di Boris Groys, che a tal fine esamina il linguaggio dello stalinismo e i suoi legami con il sistema sovietico dal 1917 fino alla sua autodissoluzione dialettica nel 1989, per poi chiedersi: è possibile che il comunismo riemerga nel XXI secolo? 

COD: 9788855194440 Categoria:
000

Tentare una definizione filosofica di comunismo, o almeno aggiornarla. Basterebbe questo a decretare l’importanza del libro di Boris Groys, che a tal fine esamina il linguaggio dello stalinismo e i suoi legami con il sistema sovietico dal 1917 fino alla sua autodissoluzione dialettica nel 1989, per poi chiedersi: è possibile che il comunismo riemerga nel XXI secolo?
Supporre che il comunismo sovietico sia archiviabile come un’esperienza ormai conclusa significa, secondo Groys, accondiscendere alle peggiori inclinazioni della filosofia della storia, in cui ricadono molte diagnosi epocali della comunicazione contemporanea. Perché, se con comunismo si intende una sorta di “svolta linguistica” nella prassi sociale, il sogno di produrre rapporti sociali sulla base egualitaria del linguaggio non può che riproporsi nella storia dell’uomo.
“Intenderò qui con comunismo un progetto che vuole subordinare l’economia alla politica […]. L’economia funziona attraverso il medium del denaro. La politica attraverso le parole […]. La rivoluzione comunista è il passaggio di una società dal medium del denaro a quello del linguaggio.”

Boris Groys (1947) è professore di Estetica, Storia dell’arte e Teoria dei media presso il Centro per l’arte e la tecnologia dei media di Karlsruhe e Global Professor alla New York University. È tra i massimi esperti di arte russa del XX secolo, nonché di movimenti avanguardisti, di estetica e di teoria culturale. Tra le sue pubblicazioni in italiano, Il sospetto (2010), Introduzione all’antifilosofia (2013) e Politica dell’immortalità (2016).

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788855194440

Anno di pubblicazione

2021

N° pagine

206

Edizione italiana a cura di

Gianluca Bonaiuti

Postfazione di

Tiziano Tussi

Il Quotidiano del Sud, 27 luglio 2021
“Libri sotto l’ombrellone”
Leggi la recensione