Corriere gratuito per ordini superiori a 25€

Sconto del 5% su tutto il catalogo

Novità ogni settimana

Ritorni
  • COVER-biblioteca-antropologia-clifford-ritorni

Ritorni

Diventare indigeni nel XXI secolo

25,00 23,75

Un tempo si riteneva che le società native, o tribali, fossero destinate a scomparire a causa di inarrestabili forze economiche e politiche che prima o poi avrebbero completato il lavoro di distruzione avviato dai contatti interculturali e dal colonialismo. La realtà odierna dimostra invece che molti gruppi aborigeni continuano a resistere, rendendo così più complesse le classiche narrazioni della modernizzazione e del progresso.

COD: 9788855198530 Categoria:
000

Un tempo si riteneva che le società native, o tribali, fossero destinate a scomparire a causa di inarrestabili forze economiche e politiche che prima o poi avrebbero completato il lavoro di distruzione avviato dai contatti interculturali e dal colonialismo. La realtà odierna dimostra invece che molti gruppi aborigeni continuano a resistere, rendendo così più complesse le classiche narrazioni della modernizzazione e del progresso. Prendendo in esame i popoli nativi di California, Alaska e Oceania, James Clifford prova come questi siano parte attiva di un processo di trasformazione ancora in atto che implicherebbe una lotta ambivalente dentro e contro forme dominanti d’identità culturale e di potere politico. Spesso contro ogni previsione, i popoli indigeni stanno infatti costruendo con creatività e pragmatismo percorsi identitari originali all’interno di una modernità intricata e indefinita.

James Clifford, antropologo statunitense tra i maggiori esponenti del postmodernismo, è conosciuto e studiato in tutto il mondo per la sua opera di critica storica e letteraria della rappresentazione antropologica, della scrittura di viaggio e delle pratiche museali. Tra le sue opere principali tradotte in italiano ricordiamo: Scrivere le culture (2005); I frutti puri impazziscono (2010).

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788855198530

Anno di pubblicazione

2023

N° pagine

470

Prefazione di

Adriano Favole

Traduzione di

Gilda Dina

Antonio Politano – la Repubblica, 5 gennaio 2024
“Siamo noi a dover diventare indigeni”
Leggi la recensione

Simone Ghiaroni – Doppiozero, 2 dicembre 2023
“Indigeni si diventa”
Leggi la recensione