Corriere gratuito per ordini superiori a 25€

Sconto del 5% su tutto il catalogo

Novità ogni settimana

Scienza intensiva e filosofia virtuale
  • COVER-atlantide-de-landa-scienza-intensiva-e-filosofia-virtuale-1

Scienza intensiva e filosofia virtuale

Nelle pieghe del pensiero di Deleuze

24,00 22,80

Con uno stile esuberante, Manuel DeLanda si avventura negli interstizi di un pensiero monumentale ma spesso frainteso, quello di Gilles Deleuze, con il proposito di presentare il lavoro del grande filosofo francese da un punto di vista non semplicemente ricostruttivo, ma concettuale e analitico.

COD: 9788855196444 Categoria:
000

Con uno stile esuberante, Manuel DeLanda si avventura negli interstizi di un pensiero monumentale ma spesso frainteso, quello di Gilles Deleuze, con il proposito di presentare il lavoro del grande filosofo francese da un punto di vista non semplicemente ricostruttivo, ma concettuale e analitico. DeLanda insegue Deleuze nei luoghi più intimi e fondamentali della sua filosofia, andando a cercare, braccare e portare alle estreme conseguenze l’ontologia latente dietro ai suoi concetti. Il risultato è un Deleuze inedito, capace di dialogare con le scienze contemporanee e, in particolare, con la matematica e la fisica dei modelli complessi. Un Deleuze che non è più un semplice pensatore, ma un insieme di strumenti concettuali che possono essere utilizzati da scienziati e filosofi per articolare, costruire e rappresentare il mondo mutevole che ci circonda.

Manuel DeLanda è uno dei pensatori contemporanei più noti e apprezzati nel panorama internazionale. Docente di filosofia nelle maggiori università europee e americane, è uno degli interpreti più autorevoli del pensiero di Gilles Deleuze, nonché autore di numerosi volumi su scienze sociali, fisica, matematica e politica.

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788855196444

Anno di pubblicazione

2022

N° pagine

292

A cura di

Andrea Colombo

Traduzion di

Andrea Colombo

Il Quotidiano del Sud, 26 novembre 2022
“DeLanda e Deleuze”
Leggi la recensione